Informazioni di viaggio

7 motivi per cui scegliere i tour organizzati

9 novembre 2014
scegliere viaggi organizzati

Nel nostro blog, finora abbiamo sempre suggerito itinerari per aiutarvi ad organizzare i vostri viaggi fai da te, quindi a prima vista potrebbe sembrare un “sacrilegio” suggerire dei viaggi organizzati dai tour operator.

Però dobbiamo riconoscere, che effettivamente, per alcune categorie di persone e in alcune situazioni, i tour organizzati si possono rivelare un’ottima soluzione per rendere un viaggio più gradevole ed interessante.

I tour organizzati di solito offrono un pacchetto viaggio molto interessante che fornisce consulenza professionale, equilibrio, sicurezza, che sono di buon valore e tutto con uno sforzo minimo da parte dell’utente.

Se sei un viaggiatore indipendente, che ama la libertà di poter scegliere cosa vedere e cosa fare, che piace cambiare programma e seguire il suo istinto… beh questo articolo forse non fa per te, a meno che tu non abbia una mentalità aperta e voglia di provare un’altro tipo di esperienza durante un tuo futuro viaggio

Per cui, esponiamo quali sono i 7 motivi che spingono i turisti a scegliere i tour organizzati

scegliere viaggi organizzati

1° motivo: Poter vedere i principali luoghi d’interesse per tempo

In ogni città e luogo nuovo, ci sono posti che lo rendono famoso e che la maggior parte di noi vuole visitare assolutamente.

Cosa sarebbe un viaggio a Parigi senza visitare la Torre Eifel, oppure una visita a Verona senza andare a vedere il balcone di Romeo e Giulietta. Vorreste andartene via da Pisa senza vedere la sua torre pendente?

In ogni posto ci sono dei luoghi simboli che un tour operator non vi farà mai perdere, in cui grazie al pacchetto acquistato potrete usufruire di una guida che vi saprà spiegare tutta la storia e gli aneddoti più interessanti e che vi farà risparmiare un sacco di tempo per raggiungerli rispetto ai mezzi pubblici.

Pianificare da soli un itinerario sui luoghi simboli da visitare in luogo di vostro interesse potrebbe sembrare facile, se si è disposti a sacrificare un paio di giorni nella ricerca di informazioni, trasporti, orari e soprattutto dei costi… etc etc etc.
Per di più, un tour operator con esperienza saprà consigliarvi anche sui posti vicini più importati da visitare, aiutandovi nella scelta di cosa è meglio saltare, liberandovi la testa da ogni preoccupazione

2° motivo: Risparmiare tempo per pianificare ogni minimo dettaglio

Capire e scegliere quali sono le migliori attrazioni da visitare durante il tuo viaggio è solo il primo passo da compiere. Un viaggiatore indipendente deve anche saper scegliere qual’è il miglior hotel della zona, quale si adatta meglio alle proprie esigenze ed al proprio budget per poi contattarlo e prenotare la stanza.

Infatti, se si sceglie l’hotel in una zona sbagliata e lontana, sicuramente dovrete perder tempo negli spostamenti tra hotel e centro, sacrificando così il tempo che invece avreste potuto dedicare alla scoperta delle bellezze del luogo.

Inoltre potreste finire in una zona noiosa, con pochi divertimenti o peggio, in un sobborgo o in una zona non tanto raccomandabile

Inoltre, dovreste ancora pianificare i pasti, ossia scegliere dove mangiare, i trasposti, le escursioni, gli spostamenti da un luogo all’altro e cosa fare la sera. Ore, ore ed ore dedicate alla lettura di siti internet, guida turistiche, forum di settore, nel chiedere informazioni ad amici e parenti che vi sono già stati… insomma molte persone preferiscono impiegare tutto questo tempo in altro e, senza stress, affidarsi a un tour organizzato.

3° motivo: E più facile fare amicizia

Quando si viaggia in coppia o in piccoli gruppi, è difficile fare amicizia con gente del luogo perché hai già un gruppo autonomo con cui relazionarti. Chi viaggia da solo, invece, ha il vantaggio di essere più “accessibile” e propenso a fare nuove conoscenze, anche se tuttavia, saranno delle amicizie molto superficiali, incontri che difficilmente si ripeteranno e che probabilmente non andranno oltre un semplice scambio di contatti facebook

La causa principale di questo è che i viaggiatori indipendenti di solito si muovono in direzioni diverse, guidati dall’istinto o dal loro itinerario di viaggio e che difficilmente porterà due persone a incontrarsi di nuovo.

Invece, i tour organizzati sono formati da persone simili, che coltivano le stesse passioni (viaggiare per esempio) e che, soprattutto, percorreranno lo stesso itinerario fianco a fianco, e quindi grazie ad esso, avranno molti giorni ed occasioni per creare e coltivare le nuove amicizie.

4° motivo: I tuor offrono un migliore rapporto qualità prezzo.

Il modo migliore per risparmiare durante un viaggio è quello di organizzare personalmente l’itinerario, il vitto e l’alloggio, ma per poter risparmiare veramente bisogna anche accontentarsi alloggiando in ostelli od hotel in zone scomode e lontane.

I tour operator offrono prezzi che a prima vista possono sembrare più alti, ma ti offrono in cambio l’alloggio in hotel migliori e vitto in buoni ristoranti. Questo accade perché i tour operator quando prenotano un albergo, non prenotano una sola stanza ma almeno una ventina di stanze e questo da loro un certo potere d’acquisto rispetto al singolo viaggiatore. I direttori di hotel sono più propensi a concedere una tariffa migliore a chi prenota 20 stanze rispetto a chi prenotata una sola.. Inoltre i tour operator tendono a prenotare sempre negli stessi hotel, dando loro una certa continuità di prenotazioni nel tempo.

La stessa cosa vale anche per i ristoranti e le attrazioni. In sostanza, ad un tour operator, può bastare una telefonata per ottenere tariffe agevolate che un viaggiatore indipendente invece può solo sognare.

scegliere viaggio organizzato

5° motivo: Barriere culturali e linguistiche annullate

La caratteristiche principale dei tour organizzati è che non producono nessuno stress a chi li sceglie. Se visiti per la prima volte un paese, anche se conosci l’inglese, non è sempre facile trovare alberghi, ristoranti, attrazioni, musei, mezzi di trasporti… ricerca che può tramutarsi in un vero incubo.

Se poi scegli un paese dove non conosci nemmeno la lingua, l’incubo peggiora. Quante volte avete visitato un luogo e siete stati assaliti da bagarini o guide turistiche, più o meno autorizzate, che vi cercavano di vendere di tutto e portarvi in ogni posto? Mamma che angoscia al solo ricordo!

Con i tour organizzati avete sempre una guida a vostra disposizione che sa parlare la vostra lingua, oltre a quella del posto, che conosce molto bene la zona e i potenziali pericoli, che vi sappia condurre, raccontare e spiegare quello che state guardando e scoprendo.

6° motivo: I tour possono garantire sicurezza e responsabilità

Nessun metodo di viaggio è sicuro al 100%, però quando scegliete di viaggiare con un tour operator sai che vi state affidando a dei professionisti, che conoscono i rischi e i pericoli dei luoghi che state visitando e che di conseguenza alzano il livello di sicurezza, riducendo al minimo i rischi

Se ad un viaggiatore indipendente capita un imprevisto, toccherà a lui cercare di risolverlo… mentre se dovesse capitare durante un viaggio organizzato, toccherà a loro trovare una soluzione.

E se vi sentite male? E se vi rubano il portafoglio o il cellulare? E se la compagnia aerea smarrisce il vostro bagaglio? ll tour operator saprà consigliarvi e indirizzarvi su cosa fare, e magari anche risarcirvi se previsto nel contratto.

Inoltre, i tour operator cercheranno sempre di minimizzare e prevenire tutti gli eventuali imprevisti possibili per non mettere in cattiva luce la loro reputazione.

7° motivo: Gli itinerari sono progettati da professionisti

Quando visitiamo una città, ognuno di noi ha gusti e interessi diversi, ma questo non vuol dire che un viaggiatore indipendente, potendo scegliere dove andare e cosa visitare, faccia sempre la scelta giusta.

Il tipico visitatore indipendente che approda per la prima volta in una città, solitamente, cercherà di visitare tutti i luoghi di suo interesse, nel giro di un paio di giorni (quando in realtà ci vorrebbero molti giorni), programmando una specie di tour de force, trasformando una visita di piacere in una corsa contro il tempo, stressante e senza un attimo di relax. Ovviamente non funziona così e basta un semplice imprevisto per far saltare tutto il programma.

Le compagnie turistiche, ovviamente conoscono il luogo, sanno già cosa vale la pena visitare e cosa no e quando tempo ci vuole per i tour. Inoltre, calcolano anche il tempo che ci vuole per il riposo, per i pasti e per i trasferimenti svolgendo un gran lavoro di ottimizzazione dei tempi, con l’obiettivo di evitare stress ai loro clienti.

Al giorno d’oggi, nell’era dei blog di viaggio e dei social network, dove tutti amiamo condividere le nostre esperienze di viaggio, i tour operator per sopravvivere devono essere in grado di offrire un prodotto ottimo, valido e che sappia esaltare l’esperienza di viaggio di chi ne usufruisce.

You Might Also Like